ITALIA VIVA ROMA: 8 MARZO, VICINANZA ALLE DONNE UCRAINE

In evidenza

NOVA0145 3 POL 1 NOV CRO 8 marzo: Iv Roma, vicinanza alle donne ucraine Roma, 08 mar – (Nova) – “In questo 8 marzo funestato dal terribile dramma della guerra in Ucraina, al quale stiamo rivolgendo tutti i nostri sforzi attraverso iniziative di solidarieta’ per la popolazione, intendiamo celebrare la Giornata Internazionale della donna affermando innanzitutto la nostra totale vicinanza alle donne ucraine. Inoltre sosteniamo la parita’ e la piena occupazione per tutte le donne in Italia e nel territorio di Roma”. Lo dichiarano in una nota la consigliera capitolina di Italia Viva Francesca Leoncini e le consigliere municipali Isabella Alfano, Marta Marziali e Marzia Vitaliano. “Le donne sono state quelle che hanno pagato di piu’ in termini occupazionali durante la pandemia e anche se in Italia i dati sono incoraggianti, a Roma la crisi economica seguita all’epidemia da Covid 19 che sta travolgendo il comparto turistico- ricettivo rischia di avere ricadute gravissime proprio sull’occupazione femminile – continua la nota di Italia viva -. Auspichiamo quindi l’adozione di misure concrete per sostenere la parita’ di genere in tutti i campi e la piena occupazione femminile: cosi’ come il Family Act promosso dalla ministra Bonetti e’ un prezioso strumento a sostegno delle famiglie e delle donne, confidiamo in ulteriori iniziative legislative a supporto, a cominciare dall’impiego dei fondi del Pnrr per incentivare l’occupazione femminile cosi’ le esponenti del gruppo consiliare in Campidoglio e nei municipi e le coordinatrici territoriali di Italia Viva Roma”. (Com) NNNN

SABATO 5 MARZO: RACCOLTA DI SOLIDARIETÀ PER L’UCRAINA

In evidenza

abbiamo deciso di mobilitarci come Italia Viva Roma sabato 5 marzo per una raccolta solidaledi farmaci e beni di prima necessità che consegneremo presso la Basilica Minore di Santa Sofia (dove si riunisce la Comunità ucraina a Roma, in Via Boccea 478).

La raccolta si svolgerà sabato 5 marzo, dalle ore 9.00 alle 13,00, presso le Farmacie indicate nella locandina, in vari Municipi di Roma.
In Terzo Municipio saremo presenti dalle 9 alle 13 presso la Farmacia Celani in via delle Isole Curzolane 156 e la Farmacia Ateneo in P.zza dell’Ateneo Salesiano 48.

Tra i farmaci e presidi medici richiesti, in particolare: Guanti sterili monouso; Bendaggi sterili e non sterili; Lacci emostatici; Tute e camici chirurgici monouso; Siringhe; Garze e cerotti (tutte le misure); Bendaggi elastici; Coperte termiche; Bendaggi per gli occhi; Antisettici per ferite; Antinfiammatori (ibuprofene, diclofenac); Aspirina; Tachipirina; Salviettine; Prodotti per l’igiene personale;pannolini e pannoloni.

Vi aspettiamo!

NASCE GRUPPO ITALIA VIVA IN CAMPIDOGLIO

In evidenza

Strappo in Campidoglio, renziani escono da gruppo Calenda ZCZC5754/SXA
XCI22054000179_SXA_QBXB
R CRO S0A QBXB
Strappo in Campidoglio, renziani escono da gruppo Calenda
In dissenso con elezione Raggi a presidente commissione Expo
(ANSA) – ROMA, 23 FEB – I renziani escono dal gruppo della
Lista Calenda in Campidoglio. Si tratta di Valerio Casini e
Francesca Leoncini, esponenti di Italia Viva eletti consiglieri
al comune di Roma nella lista civica Calenda Sindaco.
Lo strappo si e’ consumato ieri per la votazione della presidenza
delle commissioni speciali capitoline, Expo 2030 e Giubileo
2025, che hanno visto eletti, Virginia Raggi del M5s e Dario
Nanni di Azione. I due consiglieri di Italia viva non hanno
infatti preso parte alle votazioni con cui e’ stata eletta l’ex
sindaca del M5s Virginia Raggi alla commissione per Expo 2030, e
cosi’ e’ iniziata la bagarre interna.
“Siamo costretti a separare le nostre strade nel consiglio
comunale di Roma perche’ – a differenza degli amici di Azione –
restiamo fedeli ai valori espressi in campagna elettorale e non
accettiamo accordi per aiutare la Raggi a garantirsi un futuro,
dopo aver creato cosi’ tanti problemi al presente di Roma”,
affermano i consiglieri di Italia Viva, Valerio Casini e
Francesca Leoncini, annunciando che usciranno dal gruppo della
Lista Calenda in Campidoglio. La scelta dei consiglieri comunali
di Azione di votare per Virginia Raggi come Presidente di una
commissione strategica come quella che seguira’ il dossier Expo
2030 crea una frattura profonda con noi. Anche perche’ si tratta
dell’ennesima decisione che viene presa sopra la nostre teste
senza alcuna condivisione o comunicazione, ne’ prima ne’ dopo.
Anzi, ancora ieri i consiglieri di Azione mentivano
pubblicamente sul voto dato alla Raggi”, proseguono i
consiglieri di Italia Viva, Valerio Casini e Francesca
Leoncini, spiegando le motivazione della loro uscita dal gruppo
della Lista Calenda, in Campidoglio.
“Ci siamo candidati al fianco di Carlo Calenda accentando la
sfida di rinunciare alle liste di partito per creare una lista
civica che unisse i riformisti della Capitale, con una priorita’
assoluta: cancellare il malgoverno di Roma che l’esperienza
fallimentare di Virginia Raggi ha causato. Siamo stati i suoi
principali e piu’ fieri avversari della amministrazione di
Virginia Raggi attaccando le esitazioni del PD e ripetendo ai
romani migliaia di volte che mai avremmo sostenuto in alcun modo
chi ha in cinque anni messo in ginocchio la Capitale, dalle
Olimpiadi fino ai rifiuti”, osservano i consiglieri.
“Sottoscrivere oggi un accordo al ribasso per garantire alla
Raggi una poltroncina di consolazione con strutture e risorse
del comune a disposizione cosi’ da consentirle i mezzi per fare
politica dal colle del Campidoglio e’ l’ennesima dimostrazione di
cosa e’ diventato il Movimento 5 Stelle che un tempo cavalcava
l’anticasta e adesso insegue poltroncine o sgabelli di
consolazione, dopo la sconfitta elettorale. Il fatto che Calenda
condivida questo modo di fare politica ci appare profondamente
incoerente rispetto a cio’ che abbiamo detto in campagna
elettorale. E ingiusto, profondamente ingiusto, per i tanti
elettori che avevano creduto in lui e in noi come diversi,
alternativi ai grillini”, aggiungono.
Per questo, concludono, “siamo costretti a separare le nostre
strade nel consiglio comunale di Roma perche’ – a differenza
degli amici di Azione – restiamo fedeli ai valori espressi in
campagna elettorale e non accettiamo accordi per aiutare la
Raggi a garantirsi un futuro, dopo aver creato cosi’ tanti
problemi al presente di Roma”. (ANSA).
Y29-RO
23-FEB-22 18:22 NNNN

CASINI-LEONCINI: EXPO 2030, RAGGI? INCOMPRENSIBILE VOTO LISTA CALENDA. SCELTA FOLLE, NOI SOLI CONTRO EX SINDACA.

In evidenza

Expo 2030: Iv, Raggi?Incomprensibile voto della lista Calenda ZCZC5594/SXA
XCI22053017074_SXA_QBXB
R REG S0A QBXB
Expo 2030: Iv, Raggi?Incomprensibile voto della lista Calenda
CASINI-Leoncini, ‘scelta folle, noi soli contro ex sindaca’
(ANSA) – ROMA, 22 FEB – “La decisione di assegnare la
Presidenza della Commissione Speciale Expo 2030 all’ex sindaca
Virginia Raggi e’ semplicemente folle: non solo per
l’inadeguatezza e la conclamata incompetenza di cui ha dato
prova nel suo mandato da sindaco, ma anche perche’ le sue
posizioni no vax sono inaccettabili in un momento in cui le
istituzioni sono impegnate in un grande sforzo collettivo per
uscire dalla pandemia attraverso la campagna vaccinale”. Lo
dichiarano, in una nota congiunta, Valerio CASINI e Francesca
Leoncini, esponenti di Italia Viva all’interno del gruppo
consiliare Lista Civica Calenda Sindaco in Assemblea capitolina.
“Consideriamo inconcepibile che dopo cinque anni disastrosi
alla guida della Capitale e dopo che, da Sindaca non ha avuto
esitazioni ad affossare la candidatura della citta’ di Roma alle
Olimpiadi, la Raggi possa ancora rappresentare la Capitale
d’Italia alla presidenza della commissione che promuovera’ la
candidatura ad ospitare un grande evento internazionale come
Expo 2030″. “E’ stato molto triste essere tenuti completamente
all’oscuro di un accordo in tal senso che coinvolto anche la
lista Calenda e scoprire di essere stati assegnati alla
commissione Expo dalla stessa lista senza che nessuno ci avesse
informato – aggiungono i consiglieri – . Evidentemente qualcuno
aveva fatto i conti senza l’oste. Legittimo accordarsi per
ottenere la poltrona di Presidente della commissione Giubileo
per un esponente di Azione. Inaccettabile invece votare per la
candidata sindaca contro la quale ci si e’ candidati e che ci si
e’ impegnati davanti ai romani a non sostenere in nessun caso”.
“A differenza dei nostri colleghi consiglieri della Lista
Calenda, ci siamo sottratti a questa decisione assolutamente
sbagliata, comunicando alla Presidente del Consiglio comunale
che eravamo stati indicati come membri a nostra insaputa e che
quindi non avremmo partecipato alla votazione di incoronazione
della Raggi – concludono – . Dopo che ci siamo candidati
ripetendo che non saremmo mai stati alleati ne’ con la Raggi ne’
con i Cinque Stelle, dopo che i Romani l’hanno mandata a casa, e’
surreale far rientrare dalla finestra la Raggi con un ruolo
strategico attraverso i voti della Lista Calenda, perche’ c’e’ da
tutelare l’accordo fatto per un’altra posizione. Abbiamo detto:
no, grazie”. (ANSA).
Y29-VN
22-FEB-22 17:47 NNNN

A PIAZZA SCOTTI IN XII MUNICIPIO

In evidenza

Ieri siamo tornati a Piazza Scotti nel XII Municipio.
Un anno dopo, i lavori di riqualificazione della Piazza sono stati quasi ultimati.
Restano, tuttavia, profonde le criticità di un intervento che ha compromesso gravemente la mobilità del quadrante con conseguenze negative per commercianti e residenti.
In Campidoglio e in Municipio ci attiveremo per

✅ rivedere la mobilità del quadrante per andare incontro alle esigenze di cittadini e commercianti
✅ garantire l’effettivo completamento dei lavori di riqualificazione su tutta la piazza, dai marciapiedi all’arredo urbano.

MERCOLEDÌ 9 FEBBRAIO ALLE 18.30: “I NOSTRI PRIMI 100 GIORNI “

In evidenza

I nostri primi 100 giorni in Campidoglio e in Terzo Municipio.
Ne parliamo stasera alle 18.30 nella sede di via G. Verga 52 e per quelli che vogliono seguirci da casa, trasmetteremo la diretta sulla pagina fb di https://www.facebook.com/Italiavivamunicipio3roma/

BILANCIO ROMA CAPITALE: MANCA UNA STRATEGIA SU MOBILITÀ E RIFIUTI

In evidenza

Campidoglio: lista civica Calenda, in bilancio manca strategia su rifiuti e mobilita

Roma, 26 gen – (Nova) – “Al termine della lunga sessione di
lavoro d’aula che ha consegnato alla citta di Roma il primo
bilancio della giunta Gualtieri, non possiamo non registrare
l’assenza di una visione strategica sullo sviluppo della
citta”. Lo dichiarano in una nota i consiglieri del gruppo
della Lista Calenda, al termine del voto sul bilancio.
“Nonostante si possano apprezzare sforzi significativi sul
piano degli investimenti su manutenzione straordinaria di
strade ed edifici pubblici, come pure nell’offerta dei
servizi, mancano invece risposte serie e concrete sui temi
cruciali dei rifiuti e della mobilita. La citta di Roma, a
fronte di una Tari tra le piu alte d’Italia, non solo non
offre ai cittadini un servizio efficiente e degno della
Capitale d’Italia, ma con questo Bilancio non individua
soluzioni per il problema dei rifiuti e non indica una
svolta significativa per il rilancio della principale
azienda partecipata capitolina del settore, Ama”. (segue)
Roma, 26 gen – (Nova) – “Stesso discorso sul tema
mobilita”, continuano i consiglieri della civica Calenda:
“non sono chiare le linee d’indirizzo per risollevare la
partecipata capitolina del trasporto pubblico, Atac, e
conseguentemente appaiono deboli le prospettive di sviluppo
della Capitale verso una mobilita sostenibile e integrata.
Sarebbero state auspicabili risoluzioni inoltre per Roma
Metropolitane, e Roma Lido, proprio in un momento in cui e
diventato dominante il tema di spostare competenze dalla
Regione Lazio. Sempre in termini di visione e strategie:
assente in bilancio un piano di investimento per le
riqualificazione di intere aree periferiche della citta”.
Sulla discussione complessiva –
concludono i consiglieri del Gruppo – grava infine la
scarsa apertura al contributo delle opposizioni. In
particolare con la mancata approvazione dei nostri ordini
del giorno, che avrebbero costituito un valido supporto
all’impianto complessivo del provvedimento. Di fronte a
cio, non abbiamo potuto che consegnare un voto finale di
astensione, con l’auspicio che nell’interesse esclusivo di
Roma e dei romani si abbia in futuro il coraggio di compiere
scelte responsabili e radicali con l’obiettivo di un reale
cambiamento della citta a cui non faremo mancare il nostro
contributo”. (Com)
NNNN

DOMENICA 16 GENNAIO: ALLE ELEZIONI SUPPLETIVE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI PER VALERIO CASINI E ITALIA VIVA

In evidenza

Domenica 16 gennaio dalle ore 7 alle 23 ci saranno le elezioni suppletive nel collegio di Roma 1 per la Camera dei Deputati.
Siamo in campo orgogliosamente con la candidatura – e il simbolo di Italia Viva – del nostro giovane e bravo consigliere capitolino
Valerio Casini, il più votato nella Lista Calenda
Chi risiede nel Collegio Roma 1 è invitato a votare barrando il simbolo di Italia Viva sulla scheda elettorale. L’appello che rivolgiamo a tutti – residenti e non – coloro che hanno amici, parenti, colleghi e altri contatti in questo territorio: chiamate e invitate al voto. E’ molto importante. Qui il link alle sezioni elettorali del Collegio Roma

https://www.comune.roma.it/web-resources/cms/documents/Report_-_LIBRO_DEI_LOCALI_DI_VOTAZIONE_PER_QUARTIERE_COLLEGIO_CAMERA_UNINOMINALE_01.pdf