8 MARZO 2021: LEONCINI-SCAZZOCCHIO (ITALIA VIVA ROMA) , LAVORO E IMPRESA, SI RIPARTA DALLE DONNE

In evidenza

8 marzo: Leoncini-Scazzocchio (Iv Roma), lavoro e imprese, si riparta da ruolo donne NOVA0242 3 POL 1 NOV
8 marzo: Leoncini-Scazzocchio (Iv Roma), lavoro e imprese, si riparta da ruolo donne
Roma, 08 mar – (Nova) – “A un anno di distanza dallo scoppio
della pandemia e del primo lockdown, i dati Istat e delle
Camere di commercio ci dicono che le donne hanno pagato il
prezzo piu’ alto della crisi innescata dall’epidemia da
Covid”. Lo dichiarano in una nota Francesca Leoncini
responsabile della Segreteria di Italia Viva Roma per
commercio, impresa e turismo e Bruno Scazzocchio,
responsabile Lavoro e Professioni. “I dati Istat del terzo
trimestre del 2020 relativi all’occupazione nel Lazio ci
rivelano che tra i 116mila addetti licenziati ben 61mila
sono lavoratrici, dati che si aggiungono a quelli allarmanti
sui soggetti inattivi (piu’ che doppi rispetto agli uomini)
e all’azzeramento della crescita e alla perdita di imprese a
guida femminile. Riteniamo che nella giornata dell’8 marzo
sia importante ricordare che il ruolo delle donne nel lavoro
e nell’impresa sia motore imprescindibile per la ripartenza
dell’economia e dello sviluppo a Roma e nel Lazio”. (Com)
NNNN

ITALIA VIVA INCONTRA I VERTICI DI CNA ROMA

In evidenza

Lunedì ho incontrato i vertici della CNA di Roma, una delle principali associazioni di categoria per le imprese e il commercio, in qualità di responsabile di Italia Viva per le attività produttive, il commercio, l’impresa e il turismo a Roma.

Ci siamo confrontati sulla difficilissima crisi che stanno attraversando le imprese e le attività commerciali a Roma a causa della pandemia e sugli strumenti da mettere in campo per la ripartenza, come, ad esempio, i fondi in arrivo con il “Recovery Plan”, soprattutto sul turismo.

Abbiamo parlato della necessità di rendere più efficienti i servizi della città, a cominciare dalla raccolta e gestione dei rifiuti per migliorarne il decoro e quindi l’immagine, indispensabile per attirare investimenti.

Inoltre, abbiamo condiviso l’idea che riforme come quella del decentramento amministrativo, per rafforzare il ruolo dei Municipi e l’amministrazione cittadina, non possono rimanere sostanzialmente sulla carta, ma devono essere compiutamente realizzate.

Sfide e obiettivi che, in vista delle imminenti elezioni amministrative a Roma, potranno essere realizzati solo da una politica rinnovata che si metta al servizio della città e dei suoi abitanti.

Grazie a Stefano Di Niola, segretario di CNA Roma, a Luca Barrera, responsabile del coordinamento e a Francesco Lopez, Presidente di CNA Industria, per la disponibilità e il confronto ricco di idee e spunti di riflessione.

CASINI-LEONCINI (IV): DAL CAMPIDOGLIO SUBITO MISURE A SOSTEGNO DI TUTTE LE ATTIVITÀ COMMERCIALI

GIOVEDÌ 26 MARZO 2020 19.22.18

Coronavirus: Casini-Leoncini (Iv), da Campidoglio subito misure a sostegno tutte attivita’ commerciali

NOVA0318 3 POL 1 NOV Coronavirus: Casini-Leoncini (Iv), da Campidoglio subito misure a sostegno tutte attivita’ commerciali Roma, 26 mar – (Nova) –

In una nota congiunta i due assessori al Commercio e alle Attivita’ produttive dei Municipi Roma II e III ed esponenti di Italia Viva Valerio Casini e Francesca Leoncini, dichiarano: “Apprendiamo dalla sindaca di Roma che il Campidoglio sta studiando come eliminare il canone Cosap per sostenere le attivita’ commerciali della citta’ di Roma in questa difficile fase a causa delle misure di contenimento dal contagio da Covid-19”. “Possiamo dire che finalmente – aggiungono – e’ stata accolta la proposta fatta dal II e dal III Municipio di Roma alla sindaca per sostenere tutte le attivita’ commerciali, in seguito all’emanazione del Dpcm dell’8 marzo, sospendendo il pagamento del canone Cosap per chi e’ titolare di concessioni. E’ passato fin troppo tempo da quando sono state adottate le prime misure restrittive e le imprese dei nostri territori cosi’ come quelle della Capitale rischiano di rimanere chiuse e l’emergenza potrebbe inevitabilmente protrarsi per mesi. Riteniamo che le imprese non debbano scontare ulteriormente l’inerzia della sindaca e che sia compito di Municipi e amministrazione capitolina sostenere le aziende consentendo loro, cessata l’emergenza, di riaprire e ripartire con tutte le agevolazioni possibili”. (Com) NNNN